POLICY COOKIE

COSA SONO I COOKIES?

I cookies sono piccoli file di testo salvati sul vostro computer dai siti web o applicazioni che visitate. Sono ampiamente utilizzati per consentire il funzionamento dei siti web e delle applicazioni, o per farle lavorare più efficientemente, come anche per fornire informazioni al proprietario del sito web / applicazione.

COME E PERCHÈ USIAMO I COOKIES?
Usiamo i cookie per migliorare l’utilizzo e la funzionalità dei nostri siti web e/o applicazioni e avere una migliore comprensione di come i visitatori usano i nostri siti web/applicazioni e gli strumenti/servizi offerti dai siti stessi. I cookie ci aiutano a personalizzare i siti web e le applicazioni sulle tue esigenze personali, per migliorare l’esperienza di utilizzo, ottenere un feedback sulla soddisfazione del cliente riguardo ai nostri siti web/applicazioni (tramite partner selezionati) e per comunicare con te ovunque nel web. Noi non utilizziamo i Cookie per raccogliere informazioni personali come il tuo nome; ad ogni modo, potremmo collegare informazioni contenute in un cookie a informazioni personali raccolte da te attraverso altri mezzi (es: registrazione a siti web/applicazioni).

CHE TIPI DI COOKIE SONO USATI?
Qui sotto trovate una descrizione dei vari cookie utilizzati all’interno dei nostri siti web/applicazioni.

COOKIE NECESSARI
Questi sono cookie strettamente necessari per l’attività di un sito web/applicazione. Senza questi cookie, il sito web/applicazione non funzioneranno correttamente. Conseguentemente, non vi chiediamo un consenso specifico per questa tipologia di cookie.

FUNCTIONAL COOKIES
Questi sono i cookie che vengono utilizzati per la funzionalità di un sito web/applicazione. Ad esempio, Cookie che ricordano il contenuto che hai visto recentemente sul sito web/applicazione o l’indirizzo email o la password che hai fornito quando ti sei registrato durante una visita precedente del sito web/applicazione. Cookie possono anche tenere in memoria oggetti che hai precedentemente inserito nella shopping cart mentre visitavi uno store online. Usare i cookie funzionali, quindi, ci permette di fornirti un contenuto personalizzato e legato e ai tuoi interessi, e a farti risparmiare tempo senza necessità di registrarsi nuovamente o reinserire le informazioni quando visiti di nuovo un sito web/applicazione o cerchi di accedere a una sezione riservata del sito. Su alcuni siti web/applicazioni, i cookie ci permettono di registrare le tue ricette preferite, le attività, i punteggi migliori.

FIRST PARTY COOKIES
Questi sono i cookie che sono scaricati da un sito web/applicazione specifica e possono essere letti solo da questo sito.

THIRD PARTY COOKIES
Questi sono cookie scaricati da una terza parte, che usiamo per differenti tipologie di servizi (ad esempio analisi statistiche o pubblicità)
Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie di terze parti, puoi visitare questo sito: http://www.youronlinechoices.com/it/
Per maggiori informazioni sull’utilizzo di Google Analytics, potete visitare questa pagina: https://www.google.com/policies/technologies/cookies/

COME POSSO CAMBIARE LE IMPOSTAZIONI DEI COOKIES?
Per favore verifica che le impostazioni del tuo computer/smartphone accettino o meno i cookie, in base alle tue scelte. Puoi impostare il tuo browser in modo che ti avvisi prima di accettare i cookie, oppure puoi semplicemente configurarlo in modo che li rifiuti automaticamente, sebbene, così facendo, non potrai avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Per maggiori informazioni su come impostarli, puoi utilizzare il bottone “Help” del tuo browser. Non è necessario scaricare i cookie per poter navigare sulla maggior parte dei nostri siti. Ricordati che se utilizzi differenti computer in luoghi differenti, dovrai assicurarti che ogni browser sia configurato in modo da rispecchiare le tue preferenze sui cookie.

Marco Tronchetti Provera: contraddizioni e limiti del managerialismo all’italiana

Marco Tronchetti Provera è senza dubbio uno dei migliori manager che l’Italia abbia conosciuto. Nato nel 1948, Tronchetti Provera è alla guida di Pirelli sin dal 1992, anno in cui Leopoldo Pirelli lasciò la guida aziendale dopo il fallito tentativo di scalata in Continental. Da allora e fino al 2015 l’imprenditore milanese è stato presidente dell’azienda degli pneumatici, riuscendo a portarla fuori dal baratro economico dopo l’evento italo-tedesco voluto dal suo predecessore. Read More…

Le migliori attività della teambuilding

Una squadra che lavora bene insieme è più efficace, più produttiva e ha più successo, per non parlare di un ambiente in cui si lavora in maniera più felice e più divertente. Ma quali sono le attività di team building migliori da mettere in pratica, quelle che sono più efficaci ed offrono dei risultati migliori? Read More…

Educazione online: truffa o prospettiva seria?

Una delle domande che più ci si fa nel corso degli ultimi anni, nel mondo dell’educazione, riguarda quella online. Ci si chiede se è valido o se comprare un corso online non sia semplicemente una truffa, l’ennesima perpetrata ai danni degli utenti della rete. Read More…

Non resterà più nulla: l’assalto alla diligenza Italia da parte delle aziende straniere

191111_7058Potrebbe sembrare davvero un assalto in piena regola ma non ci sono indiani e neppure i cow boy di Tom Mix, ma solo imprese italiane che stanno nella parte sbagliata della diligenza.

Aziende che, magari per generazioni, hanno fatto la storia della impresa Italia, creando ricchezza e lavoro ed esportando fieramente il ‘made in Italy‘ in tutto il mondo.
Aziende che non sono state al passo con i tempi, oppure che sono state strangolate da Banche e Stato (tasse e burocrazia) oppure, semplicemente, che sono state diligentemente spolpate in maniera scientifica, ora possono essere preda di capitali stranieri golosi di entrare in possesso di un brand italiano conosciuto ed apprezzato.
Si pensi che la turca Sanset ha recentemente acquistato Pernigotti per 84 milioni e che la francese Lvmh ha comprato Loro Piana, mondialmente conosciuta per il suo cachemire.

La moda è stata la prima a cadere con le cessioni di Fendi, Valentino, Ginori, Bulgari,Pucci ed altri marchi prestigiosi che ora parlano straniero.
A seguirla, il settore alimentare dalla Parmalat, alla Carapelli, dalla Bertolli alla Gancia per terminare alla Scotti (quella del riso) e a parte del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano che, per il 25%  è di Boingrain Europ.Anche l’industria italiana è appetibile. Ferretti Group che è il primo produttore mondiale degli yacht oggi parla cinese e questo ha causato la cassaintegrazione dei dipendenti che vivono con lo spettro di vedere l’azienda delocalizzata in qualche città del grande impero.
Stesso discorso per il settore energetico (Edison) controllato dai francesi e per le telecomunicazioni (la Telecom di Tronchetti Provera) appena passate agli spagnoli di Telefonica. Aziende svendute ad investitori esteri che approfittano della situazione congiunturale per trarre il massimo profitto con il minimo sforzo economico e senza lasciare nessun vantaggio alla nostra Italia che, giorno dopo giorno, assiste ad una barbara colonizzazione straniera senza aver alcun vantaggio.
Errore macroscopico della politica nostrana che, con ogni tipo di governo, non ha saputo proteggere quel brand made in Italy che è il vero ed unico valore aggiunto.

Democrazia Diretta ?

Ci avevano promesso la democrazia diretta, ma probabilmente non ce l’aspettavamo in questo senso. Quella che sembrava un duopolio ha ormai mostrato la sua vera faccia. Il portavoce di Casaleggio sbraita sul blog, i suoi rettificano. Chissà cosa si diranno nell’incontro screaming di oggi.

dem2

 

La politica che non si fa in Parlamento: chi sono gli uomini più potenti d’Italia?

lapresse - bianchini - Beppe Grillo a VeronaNelle moderne democrazie la classe dirigente di un paese raramente siede in Parlamento, il vero potere qualche volta mette un piede nella vita politica e molto spesso agisce nell’ombra. Una volta c’era Enrico Cuccia di Mediobanca,considerato il burattinaio di tutta l’economia italiana. Vediamo quali sono oggi i personaggi che hanno veramente potere in Italia:

Mario Draghi: L’italianissimo Presidente della Banca Centrale Europea fa sentire come non mai il peso delle sue politiche e delle sue decisioni. Pare che da una sua mezza parola dipendano gli andamenti delle Borse nel breve periodo.

Sergio Marchionne: In Italia sta poco, ma ogni volta che si esprime, tutto il settore dell’auto in Italia, indotto compreso, trema.

Silvio Berlusconi: Impossibile non nominarlo, lui in Parlamento c’è, ed è stato anche al Governo, ma l’origine del suo potere dipende da questo relativamente: origina piuttosto dal possesso di mezzi d’informazione, aziende, banche, compagnie di assicurazione.

Marco Tronchetti Provera: Oltre ad essere Presidente di Pirelli è Vicepresidente di MedioBanca e siede in moltissimi Consigli di Amministrazione. Sarà il nuovo Enrico Cuccia? (Un’ombra sembra essersi diradata dopo il chiarimento del caso Tronchetti Provera-Intercettazioni Telecom)

Beppe Grillo: Il suo Movimento 5 Stelle è appena entrato in Parlamento, la spinta l’ha data l’ex comico, influentissimo in rete, forse grazie al consulente Casaleggio. Ha stabilito nuovi confini e modi di esercitare il potere. (Anche in questo caso subito scagionato dalle “accuse” dell’Espresso sul caso Costarica)

Tarcisio Bertone: Il Segretario di Stato Vaticano fino al 28 febbraio ha esercitato, con le sue frequenti esternazioni, una grande influenza sulla vita politica e sociale del Paese, vedremo se il nuovo Pontefice nominerà una figura di analogo carisma e levatura.

Corrado Passera: Banchiere attualmente in carica come Ministro dello sviluppo economico è stato in precedenza protagonista delle più grosse operazioni societarie che hanno avuto come oggetto Istituti Bancari. Qualcuno dice che si prepari a diventare il prossimo Presidente del Consiglio.

 

 

 

La chat: una moda in calo ?

Chat Addio

Chat Addio ?

La chat considerata nella sua forma classica, e cioè come alternativa di comunicazione all’uso del telefono, dove a fare da protagonista era la scrittura, che ha segnato un decennio ed accompagnato delle intere generazioni anche attraverso un percorso che ha portato alla nascita di nuove espressioni e nuovi modi di comunicare molto veloci, è indubbiamente in declino. Ma a passare di moda non è la chat in sé, quanto il metodo ed i mezzi impiegati per comunicare, così come attesta la chiusura definitiva di Windows Live Messenger di Microsoft che ha lanciato la moda della chat, ma che ha però commesso l’errore di restare nostalgicamente legata al passato.

Con l’avvento dei telefonini intelligenti, il moltiplicarsi di social network dotati di chat, l’enorme diffusione di app specifiche che consentono di restare in contatto effettivamente senza alcuna limitazione di luogo o di tempo, e le proposte di servizi molto più estesi da parte di Skype & Co., semplicemente c’è stata una evoluzione del modo di chattare. Anzi con la possibilità di chattare con il proprio smartphone, e di potersi anche vedere, o decidere di passare dalla scrittura alla chiamata con un solo click, e sempre sfruttando lo stesso programma, l’accesso alle chat è addirittura aumentato. Read More…

Televisione a Richiesta

La televisione è un sistema di comunicazione univoco: infatti non si può decidere che cosa vedere, almeno per il momento, visto che il Video on Demand è sempre più diffuso, mentre Internet offre ormai da tempo la possibilità di scegliere quello che si vuole vedere e quando.

Questo è il grande vantaggio di utilizzare la Rete per ogni singola cosa, dall’informazione al puro intrattenimento. Non vi resta che scegliere tra questi due mondi così diversi. La televisione è sempre più uno strumento di uso comune anche nei Paesi più poveri, ovviamente il Video on demand non arriverà molto presto in questi luoghi però resta il fatto che il segnale televisivo è veicolo di una serie incredibile di informazioni anche se non si può scegliere in realtà che cosa su vuole vedere in quel determinato momento.

Nei Paesi più poveri guardano la TV pensando che tutto quello che vi viene proiettato sia la realtà di un mondo così differente da quello che stanno vivendo ed in molti sognao di toccare con mano proprio questo nuovo eldorado che sembra così splendente da risultare irresistibile. Una volta che però toccano con mano la realtà delle cose la situazione cambia drasticamente. Accorgersi che la televisione è poco più che pura finzione può essere un duro colpo da assorbire per qualcuno che ha basato gran parte della sua vita per riuscire ad arrivare nel luogo così bello che era raffigurato attraverso la schermo televisivo.

Abbiamo tantissimi esempi di situazioni come questa, la nostra società offre a coloro che non conoscono molto, oltre al mondo nel quale vivono, una trappola che possiamo anche chiamare un inganno non voluto. Infatti i media danno un’immagine totalmente distorta della realtà e chi non sà distinguere, perché non conosce, quello che è finzione dalla realtà pura e cruda è ingannato in modo inequivocabile da un messaggio di opulenza, benessere e bellezza che attrae ovviamente chiunque abbia vissuto tutta la sua esistenza nella povertà totale.

Che cosa si può fare per riuscire a risolvere una situazione così difficile come questa non è semplice da dire e non si può comprenderlo in piena semplicità. Infatti ci si trova di fronte ad una situazione così radicata nel mondo che non sarà facile risolverla e sempre più emigranti arriveranno nei Paesi che hanno sognato da anni e saranno totalmente delusi da quello che li attende e dalle difficoltà che dovranno affrontare giorno dopo giorno.

Ancora Una Volta Giochi Flash

La tecnologia Flash permette a tutti quelli che lo vogliano di poter giocare ai loro giochi preferiti tranquillamente dal browser che utilizzano sul loro computer. Questa è un’incredibile opportunità che consente a tutti di godere del divertimento offerto su moltissimi siti Web. Non vi resterà che navigare nel Web e scoprire quali siano le proposte che vi vengano fatte e quali siano i vostri giochi online gratis preferiti. Il divertimento vi attende ed è a portata di click.

Una tecnologia come quella Flash è talmente utilizzata che oggi giorno passa come in secondo piano. In realtà è la base per la maggior parte delle applicazioni che si possono trovare online e ovviamente anche per molte legate ai dispositivi mobili. La potenza e la semplicità di questo tipo di tecnologia le permette di essere incredibilmente duttile e di poter essere utilizzata per una miriade di soluzioni: si va dai giochi d’azzardo ai sempre più popolari giochi per ragazze.

Se non avete mai utilizzato un vero e proprio video gioco in Flash molto probabilmente avrete in ogni caso utilizzato delle piccole applicazione basate su questo linguaggio e certamente avrete utilizzato questa tecnologia attraverso il vostro browser Internet per navigare e vedere video online. Un mondo come quello moderno molto probabilmente non potrebbe fare a meno di questo tipo di linguaggio che garantisce la possibilità a moltissimi contenuti di poter essere visualizzati in modo semplice e continua attraverso la Rete.

La rivoluzione digitale ha portato sempre più persone ad utilizzare delle tecnologie sempre più avanzate ed in questo senso la forza delle applicazioni Flash ha aiutato tutti gli sviluppatori del mondo a produrre prodotti sempre migliori e sempre meno pesanti non nonostante siano utilizzabili per moltissime funzioni.

Pensate a due tra gli oggetti più venduti degli ultimi anni, l’iPod touch e ovviamente lo status symbol per eccellenza l’iPhone entrambi possono e potranno essere utilizzati attraverso tecnologia Flash che permette di avere a propria disposizione una serie infinita di applicazioni. Sono moltissimi gli sviluppatori di software per questi supporti che stanno continuando a creare applicazioni tra le più disparate per poter offrire a tutti voi la possibilità di godere a pieno del vostro dispositivo portatile in ogni tipo di situazione. Infatti se fino a poco tempo fà era il PC portatile l’oggetto di più largo consumo e utilizzo  tra i giovani, al momento i dispositivi portatili di piccole dimensioni hanno preso il sopravvento in modo incredibile.